Riequilibrio

Studio di Riequilibrio Nutrizionale e Bioenergetico

Primavera, dolce dormire!

 

di Silvia Gnudi (aprile 2011)

Per alcune persone (sembra 6 su 10) la primavera non è un momento di vitalità ma al contrario di stanchezza e tensione.

Questo avviene perchè persone particolarmente meteoropatiche non riesco ad adattarsi velocemente al cambio di luce e di temperatura primaverili. Per fortuna la natura è ricca di rimedi che possono aiutare ad affrontare questo passaggio climatico. Esistono piante definite appunto adattogene per indicare la loro funzione di sostegno nei cambi stagionali. Le piante “adattogene” sono note fin dall’antichità per le loro virtù stimolanti. Oggi conosciamo il loro meccanismo d’azione: si è notato infatti che esse lavorano a livello neuroendocrino, presentando una struttura biochimica simile a quella del nostro pregnenolone. Questa sostanza viene prodotta all’interno delle nostre cellule a partire dal colesterolo attraverso le ghiandole surrenali, ma anche dalla pelle, dalle ovaie, dai testicoli e in grande quantità dal sistema nervoso. Lo stress cronico, l’invecchiamento, una dieta povera di colesterolo “buono” e di acidi grassi polinsaturi riducono la capacità dell’organismo di produrre pregnenolone e di conseguenza ne risente, a cascata, la produzione di molti ormoni. Questo deficit si ripercuote negativamente su tutto il metabolismo e anche l’aspetto estetico ne risente pesantemente: la pelle invecchia e perde tono, i capelli si indeboliscono, la massa muscolare si riduce e inflaccidisce, il corpo tende a trattenere liquidi. e sono il Ginseng, l'Eleuterococco o Ginseng Siberiano, la Maca o Ginseng delle Ande, la Pappa reale fresca e oligoelementi come il complesso Rame-oro-argento.

Vediamo in dettaglio questi rimedi:

GINSENG: è una delle piante più antiche e studiate. E' originaria del Nord della Cina e della Corea ed ha sempre avuto fama di essere una pianta afrodisiaca. Il meccanismo d'azione è legato probabilmente ad una stimolazione indiretta della corteccia surrenale con liberazione di corticosteroidi, ormoni adattogeni per eccellenza con effetti sulla vellocità del metabolismo, stimolazione del sistema nervoso, stimolazione del sistema immunitario. E' una pianta che può essere utile per aumentare la concentrazione, il tono fisico in caso di astenia e in convalescenza. Personalmente la sconsiglio alle donne e agli uomini al di sotto dei 50 anni proprio per la sua azione sul sistema nervoso che potrebbe causare eccessivo nervosismo e tensione. E' sempre controindicata in caso di ipertensione, emorragia, terapie con anticoagulanti e antidepressivi e sempre in gravidanza come la maggior parte delle piante fitoterapiche.

ELEUTEROCOCCO o GINSENG SIBERIANO: è un arbusto spinoso originario della Siberia, Nord-Est della Cina, Corea e Giappone, dov’è tuttora presente anche allo stato spontaneo (al contrario del Ginseng, che proviene interamente da coltivazione), di cui si utilizzano le parti ipogee (radici e rizomi). Il meccanismo di azione è simile a quello del Ginseng ma con effetti più equilibrati e per questo motivo consigliabile alle donne e a uomini giovani. Le controindicazioni sono l'ipertensione e la gravidanza.

MACA: è l'abbreviazione di "Lepidium Meyenii", una pianta perenne apprezzata per la capacità di determinare uno stato di generale benessere psico-fisico, che la rende un integratore ideale nella moderna alimentazione, tanto da meritare il nome di Ginseng peruviano. Studi scientifici confermano che la Maca è veramente un alimento completo, ed essiccato è in grado di mantenere inalterate per anni le sue caratteristiche nutritive. Ha origine in Perù, tra le alture selvagge ed inospitali delle Ande, dove vive spontaneamente.

Di questa pianta si utilizza la radice, ricca di principi nutritivi e povera di grassi. La maca stimola il sistema nervoso, aiuta nella concentrazione, eleva il livello d'energia e combatte forme croniche di stanchezza. È un valido rimedio contro ipotiroidismo e anche nella cura dell'impotenza sembra dare risultati positivi. Può essere impiegata dagli sportivi, (ottima per chi compie sforzi fisici in montagna), contribuisce allo sviluppo della massa muscolare. Studenti e manager possono trarne giovamento per superare momenti di stress psico-fisico. La maca, inoltre, rallenta i processi degenerativi dell'invecchiamento, previene la caduta dei capelli e mantiene il grado di idratazione della pelle e della tonicità dei tessuti.

E' sconsigliata, a causa dell'elevato contenuto di iodio, in caso di ipertiroidismo e anche durante la gravidanza e l'allattamento.

PAPPA REALE FRESCA: prodotta dalle api, viene chiamata pappa reale perchè le api nutrici attraverso le loro ghiandole salivari la somministrano come alimento essenziale, all’ape regina e alle giovani larve che diventeranno operaie e fuchi, durante i primi tre giorni di vita. Le attività biologiche della Pappa reale sono dovute alla ricchezza nei principi nutritivi ed alla loro efficace azione sinergica.

Fra questi, particolarmente significativa risulta la presenza dell’ac.pantotenico (vit.B5) ritenuto il principale responsabile degli effetti della Pappa reale sulla longevità dell’ape regina.

Le proprietà rivitalizzanti e toniche sono sostenute dalla presenza di sostanze ad azione stimolante il funzionamento delle ghiandole interne, soprattutto delle ghiandole surrenali, delle ovaie e dei testicoli.

Nell’ambito pediatrico alcune ricerche documentano come le assunzioni di Pappa reale siano correlate con un aumento ponderale, con la normalizzazione dei processi digestivi, con un migliore recupero in presenza di malnutrizioni.

RAME ORO ARGENTO OLIGOELEMENTI: La parola oligoelemento deriva dal greco “Oligos=poco”, ed indica che la sua presenza è molto piccola, appunto infinitesimale. Sostanzialmente gli oligoelementi sono minerali presenti nel nostro organismo in quantità infinitesimale che funzionano come catalizzatori, come “miccia”, di vari processi biochimici del nostro corpo. Quindi anche se presenti in tracce sono di fondamentale importanza affinchè le funzioni fisiologiche possano essere svolte in perfetto equilibrio. Il complesso costituito da questi tre oligoelementi cioè rame oro e argento è particolarmente efficace come tonico sia a livello fisico che psicologico nel caso di malinconia e apatia. Può essere utilizzato anche nei bambini per breve periodo dopo una malattia debilitante. Non ha controindicazioni.